triplex21.jpgtriplex22.jpg
Lunedì, 04 Giugno 2012 08:31

Sezione di Pretrattamento

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

I rifiuti in arrivo, superato il controllo radiometrico preliminare, sono pesati e scaricati nella fossa di stoccaggio o in altri fabbricati destinati allo scopo. Impianto di preselezioneI rifiuti che necessitano di pretrattamento sono inviati alla triturazione e deferrizzazione primaria ed alla successiva separazione delle principali componenti mediante vagliatura. Tramite la vagliatura viene operata la prima suddivisione dimensionale del rifiuto umido di natura organica (che, statisticamente, ha dimensioni più piccole) dalla frazione secca di pezzatura superiore.

Seguono quindi alcuni stadi di deferrizzazione, nei quali il materiale ferroso viene attratto da elettromagneti e quindi separato dalla restante parte del rifiuto per essere poi recuperato. Le lattine e i contenitori di alluminio sono invece raccolti mediante macchine a correnti indotte grazie alle quali questo materiale è separato dal flusso della restante parte dei rifiuti per essere poi recuperato.

La frazione secca così ottenuta (circa il 65% in peso del rifiuto tal quale alimentato al trattamento) viene sottoposta a triturazione secondaria, ulteriormente deferrizzata e avviata ai magazzini di stoccaggio in attesa di essere alimentata al forno. In questi magazzini è inoltre scaricato il materiale conferito dall'esterno e già pronto per la combustione. Il materiale organico di pezzatura minuta, destinato alla biostabilizzazione, viene accumulato in un apposito capannone e successivamente inviato a impianti terzi.

L'aria aspirata dai capannoni ove avvengono le operazioni precedentemente descritte, prima di essere scaricata in atmosfera, viene depurata mediante torri di lavaggio e biofiltri per limitare le emissioni odorigene. Tutte le operazioni fin qui descritte avvengono in modalità automatica e sono supervisionate da una sala controllo dedicata.

Letto 583825 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Giugno 2012 13:20